Fedrighini Enrico Detto Fedri

Fedrighini Enrico Detto Fedri

Classe 1959. Laureato in Scienze Politiche, ha conseguito un Master di secondo livello all’Università degli studi di Pavia (Facoltà di Medicina) in Valutazione e controllo del rischio tossicologico da inquinanti ambientali; un Master al Politecnico di Milano in Polis-maker per la qualità del vivere e lo sviluppo urbano sostenibile e un Master in Crimonologia e Reati Economici presso il Sole24Ore.
Negli anni Ottanta entra a far parte del movimento ecologista.
Alla metà degli anni Novanta fonda l’Osservatorio metropolitano milanese sul traffico dei
rifiuti, segnalando diverse situazioni di smaltimenti abusivi nel triangolo Lombardia- Piemonte-Liguria.
Nel 2010 è uno dei fondatori di MilanoSiMuove, comitato che promuove e ottiene nel 2011 il primo Referendum cittadino sui temi dell’ambiente e della mobilità urbana.
Attualmente lavora nel settore privato per la prevenzione di infiltrazioni criminali e rischio reato all’interno dei cantieri di bonifica.
Nel 2005 pubblica per le Edizioni Paoline “Moby Prince: un caso ancora aperto”. Dopo la sua pubblicazione, vengono riaperte le indagini e viene istituita una Commissione parlamentare d’inchiesta, presso la quale viene convocato in audizione. La Commissione parlamentare ha recentemente concluso i lavori, pubblicando una relazione che conferma le tesi contenute nel libro del 2005.
Consigliere provinciale dal 1995 al 1999, consigliere comunale dal 2006 al 2011, dal 2016 è consigliere e assessore all’Ambiente e Moblità del Municipio 8, Comune di Milano.